Venaus (To) – Ha aperto oggi il Festival Alta Felicità 2017 con il primo dei quattro giorni di musica, incontri letterari e dibattiti. Oggi, oltre 30 artisti si sono esibiti sui tre palchi del festival, tra cui Lo stato sociale, i Tre Allegri Ragazzi Morti e i Dubioza Kolektiv.

Migliaia di persone hanno assistito ai concerti, scatenandosi nell’area del main stage. Inaugurata l’area Jazz/Blues/Aftershow insieme alla rassegna fotografica “Io sto con chi resiste”, alla quale era presente anche Nicoletta Dosio.

La portata delle partecipazioni artistiche previste nella quattro giorni e la gratuità totale dell’evento hanno già portato a Venaus migliaia di campeggiatori, se ne attendono altrettanti nei prossimi giorni.

Lavorano a pieno ritmo i 12 punti ristoro, che a prezzi popolari offrono specialità del territorio e non solo. Nella cucina centrale del campeggio No Tav, la partecipazione straordinaria di un instancabile Chef Rubio, che si è messo ai fornelli con lo staff preposto a preparare i pasti per centinaia di persone provenienti da tutta Italia, che garantiscono il funzionamento del festival: la Ciurma. Rubio è stato ospite della valle di Susa lo scorso anno, ma in questa edizione ha voluto mettere le sue capacità a disposizione del movimento NoTav partecipando attivamente alla realizzazione dell’evento.

Un ricordo speciale per i nostri compagni Elisa e Marco, prima dell’intervento di Alberto Perino a ricordare che c’eravamo, ci siamo e ci saremo, sempre.

Domani mattina si ricomincia alle 9,30 con le gite sul territorio e al cantiere Tav della Maddalena di Chiomonte e i Sentieri Partigiani. Intensissimo il programma degli eventi musicali e culturali. A disposizione delle famiglie che parteciperanno c’è anche un’area bimbi, nella quale i più piccoli troveranno attività apposta per loro.

Questo è il Movimento No Tav che, oltre a difendere ogni giorno il territorio dalla devastazione con la lotta, è capace di valorizzarlo con momenti di socialità e di crescita collettiva.