ALTA ACCESSIBILITÀ

ALTA ACCESSIBILITÀ in collaborazione con Disabili Pirata

Il progetto Alta Accessibilità è un’idea nata in collaborazione tra i promotori del Festival Alta Felicità e i Disabili Pirata, un gruppo di persone portatrici del “Fattore H”, ovvero di handicap motorio, che fanno parte del progetto Abbatti le Barriere.

L’obbiettivo è fornire una vacanza in forma di campeggio-festival musicale, che sia accessibile al massimo grado, cercando quindi di eliminare tutte le barriere architettoniche, ma anche quelle mentali. Il campeggio sarà a Venaus (TO), dal 26 al 29 luglio 2019

Presso l’ingresso principale del Festival, all’Infopoint Disabili Pirata – della Montagna, sarà possibile prenotare l’assistenza, sia per la guida, sia per lo spazio tenda nell’area apposita del campeggio.

Riceverete una mappa del luogo, e potrete comunicarci consigli, idee nuove e suggerimenti per migliorare questo aspetto, o altri, del Festival Alta Felicità.

Per contatti, informazioni e prenotazioni scrivete a:

– Email: accessibilita.faf@gmail.com

– Telefono: +39 347 48 30 495

– Telefono: +39 388 81 36 353

Un vero Festival è un momento di festa e di incontro fra le persone. Quindi lo scopo principale è farvi capire che una vacanza accessibile, non solo dal punto di vista economico, ma anche rimuovendo le barriere architettoniche, è possibile, fa bene alla mente, al corpo, e genera felicità!

La felicità non deve avere prezzo, né confini, né barriere. Lo scopo dei Disabili Pirata è farvi evadere dalla vostra routine quotidiana, e farvi capire che esistono modi e spazi alternativi e sicuri, dove le persone si aiutano e si vive come in una grandissima famiglia.

Crediamo in una società senza confini e senza barriere; siamo antirazzisti! Per questo guardiamo oltre il colore della pelle o l’aspetto fisico delle persone.

Il Festival Alta Felicità sta lavorando alla sua IV edizione. Quest’anno verranno curate maggiormente anche l’accessibilità, la mobilità, e la libertà di spostamento negli spazi interni dell’evento: passerelle, aree riservate adeguate e sicure, bagni e docce accessibili, e tanto altro. Troviamo ridicolo che nel 2019 per arrivare da Milano a Torino circolano dei treni interregionali obsoleti e inaccessibili per chi Ë in carrozzina. La scelta di favorire la TAV e il trasporto di chissà quali merci rispetto alle persone, Ë un chiaro messaggio politico a favore dei beni e dei capitali contro il benessere dei cittadini. Come gruppo di persone con disabilità siamo fortemente contrari al tunnel Torino ñ Lione perché prima di scavare nelle montagne, vogliamo vedere abbattute tutte le barriere fino all’ultimo gradino negli spazi pubblici come le stazioni e vogliamo treni di alta qualità e di alta accessibilità.

NOTAV, SI TAAC – SI ai Treni Alta AcCessibilità. 

Tutto ciò sarà realizzato in collaborazione con i Disabili Pirata del progetto Abbatti le Barriere che, insieme con lo staff organizzativo hanno individuato le barriere architettoniche più evidenti e urgenti da abbattere.