4-5-6 SETTEMBRE: FINE SETTIMANA NO TAV IN VALSUSA

Quello vissuto fino ad oggi è stato un anno particolare, difficile e intenso. L’emergenza sanitaria dovuta dal Covid-19 ha stravolto le nostre vite e l’intervento delle misure di tutela imposte ha causato a tutte e tutti importanti rinunce; tra queste anche la decisione di annullare i Weekend ad Alta Felicità. Ma la voglia di incontrarsi e di continuare a far conoscere la meravigliosa esperienza di resistenza prodotta dal Presidio permanente dei Mulini, insieme alle centinaia di persone che hanno attraversato quel luogo durante tutta l’estate, ha fatto sì che decidessimo di mantenere vivi alcuni appuntamenti e iniziative.

Siamo infatti orgogliosi che artisti come Zerocalcare, Sergio Berardo ed Enrica Bruna dei Lou Dalfin abbiano deciso di non rinunciare alla possibilità di portare il loro contributo e sostegno alla lotta no tav. Così il weekend appena passato ci ha confermato come sia necessario portare avanti momenti di incontro, discussione e dibattito perché solo collettivamente possiamo trovare le risposte alle problematiche che il sistema non risolve. In un contesto quindi fumoso e poco chiaro, che dà adito a ulteriori preoccupazioni legate a una precarietà maggiormente diffusa, è per noi necessario continuare a parlare di tutela dell’ambiente, cura dei territori, salute, servizi alle persone e utilizzo dei fondi pubblici.

Per queste ragioni abbiamo contribuito alla costruzione di un nuovo fine settimana fatto di momenti di incontro, socialità e lotta. 

In particolare a partire dalle tante video-interviste fatte durante il lockdown a medici, infermieri, operatori sociosanitari, ricercatori per  fare chiarezza sull’emergenza sanitaria, abbiamo deciso di dare seguito a questo percorso partecipando alla costruzione di un dibattito che tratta tematiche legate a pandemia, ambiente e territorio.

Si comincia quindi venerdì 4 settembre alle ore 21 a Bussoleno, presso la Sala Polivalente, con il dibattito “Cura, ambiente e territorio”. All’interno dell’incontro discuteremo insieme a medici e ricercatori su emergenza sanitaria Covid-19, grandi opere e disuguaglianze sociali. 

Parteciperanno all’incontro: Dott. Guido Giustetto (Pres. Ordine dei Medici di Torino, Dott. Giuseppe Costa (Prof. Ord. di Igiene e Salute Pubblica dell’Università di Torino), Dott.ssa Luisa Mondo (epidemiologa), Dott. Mauro Occhi (Dir. Distr.5 dell’Asl To3), Dott.ssa Chiara Rivetti (Segretario Regionale ANAAO), Dott. Alessandro Ferretti (fisico nucleare del Dipartimento di Fisica di Torino).

Sabato 5 settembre alle ore 14, al Presidio di Venaus, si terrà l’Assemblea Popolare No Tav, un momento di riflessione per confrontarci insieme sull’esperienza del Presidio dei Mulini e organizzarci in vista del futuro allargamento del Mostro, il cantiere di Chiomonte.

La giornata di sabato 5 settembre proseguirà alle ore 17.30 in Piazza del Sole a Susa per l’incontro con i Tecnici No Tav sui cambiamenti che il progetto di Telt prevede per il territorio segusino.

Alle ore 19.30 l’appuntamento sarà invece al campo sportivo di Giaglione per raggiungere insieme il Presidio permanente dei Mulini per un apericena in pieno stile No Tav.

Il fine settimana si concluderà domenica 6 settembre, con un pomeriggio al Presidio permanente dei Mulini, con ritrovo alle ore 14 al campo sportivo di Giaglione.

Ricordiamo che sarà importante portare la mascherina nel rispetto delle normative e del buon senso, per tutelare soprattutto i più fragili.